I consigli di scrittura di Henry Miller

Henry Miller (1891-1980), con romanzi come Il Tropico del Cancro dai contenuti sessuali espliciti, è stato uno degli autori più controversi del secolo passato. L'autore statunitense riuscì a fondere assieme autobiografia, elementi surrealisti, riflessione filosofica e critica sociale, dando origine a dei capolavori che oggi più che mai continuano a dominare gli scaffali delle librerie. Quelli che seguono sono i suoi consigli per la scrittura, scritti negli anni Trenta, a Parigi. Buona lettura!

1. Lavora a un progetto per volta, finché non lo hai terminato.
2. Non iniziare più altri libri, non aggiungere più altro materiale a Primavera nera.
3. Non essere nervoso. Lavora con calma, gioia, e in maniera risoluta su qualsiasi cosa tu abbia fra le mani.
4. Lavora in base al programma e non allo stato d’animo. Fermati all’orario prestabilito!
5. Quando non riesci a creare, puoi lavorare.
6. Rinsalda qualcosa ogni giorno, piuttosto che aggiungere nuovi fertilizzanti.
7. Sii umano! Fai incontri, visita dei posti, bevi se lo desideri.
8. Non essere una bestia da soma! Lavora solo con piacere.
9. Abbandona il Programma se lo desideri – ma riprendilo il giorno dopo. Concentrati. Focalizzati. Escludi.
10. Dimentica i libri che vuoi scrivere. Pensa solo al libro che stai scrivendo.
11. Sempre e innanzitutto, scrivi. La pittura, la musica, gli amici, il cinema, tutto ciò viene dopo.

Gli altri consigli di scrittura:

Archivio