Miriam Mastrovito intervista Lukha Kremo Baroncinij

Su Terredeiconfine.eu è uscita una bella intervista all'editore di Kipple.it, Lukha Kremo Baroncinij. Domande a tutto campo con un unico comune denominatore: la creatività.

L'incipit dell'intervista:

Miriam Mastrovito - Una personalità eclettica, uno pseudonimo dalle assonanze russe. In realtà chi è e perché scrive Lukha Kremo Baroncinij?
Lukha Kremo Baroncinij - Il mio è lo pseudonimo di un'identità multipla, un nome dalle assonanze esteuropee che racchiude tutte le attività scaturite per placare le nevrosi sociopatiche del suo proprietario. LKB ha trovato il modo di curare i disequilibri psicologici e sociali mediante la scrittura, la musica elettronica e l'arte concettuale.
Ricordo che questi disturbi sono praticamente presenti in tutti, a volte più a livello psicologico, altre a livello sociale, e ognuno cerca un modo per combatterli.
A questo si deve aggiungere il desiderio di comunicare concetti e raccontare storie strane (strane quanto la realtà che ci circonda). Risultato: romanzi, racconti, brani elettronici, mail-art che hanno il fine di calmare l'autore e di comunicare con gli altri.
Ecco chi è in realtà LKB, un inquieto livornese che cerca di colmare il gap tra giustizia reale e ideale con l'arte, che riempie l'angoscia del vivere con storie bizzarre, che annulla il tedio universale con suoni pseudo-autistici.

Archivio