"Non fatemi rubare, fate così"

Così s'intitola un articolo apparso oggi su Repubblica.it, dove si dà notizia di un gruppo di appassionati di cinema che ha lanciato una petizione web in cinque punti per invitare le major cinematografiche a una politica accorta di prezzi e distribuzione, così da evitare ai firmatari della petizione la necessità di ricorere al download illegale. Ne vogliamo lanciare una anche noi per il mondo della letteratura digitale? Ecco i cinque punti da firmare alla pagina www.dontmakemesteal.com/it:

Primo, il prezzo: "In generale voglio che il modello dei prezzi sia semplice e trasparente. Non mi dispiace una piccola differenza di prezzo tra un film e l'altro in base all'età del film stesso. Noleggiarlo non dovrebbe costare più di 1/3 del prezzo del cinema. Acquistarlo non dovrebbe costare più che guardarlo al cinema. I prezzi degli abbonamenti mensili non dovrebbero superare quello di 3 spettacoli al cinema. Le serie TV dovrebbero costare 1/3 del prezzo dei film. Si paga per i contenuti, non per l'ampiezza della banda".

Secondo, le lingue: "Potrò avere l'audio in tutte le lingue in cui il contenuto viene rilasciato. Dopo aver acquistato un film, tutte le lingue saranno utilizzabili. I fan potranno legalmente creare e diffondere sottotitoli per qualsiasi contenuto"

Terzo, i vantaggi: "Il contenuto per il quale ho pagato sarà subito disponibile. Il contenuto sarà privo di pubblicità o avvertimenti sulla violazione del diritto d'autore. Posso ricercare film e serie TV per anno, regista, lingua, nazione, genere, ID su iMDB, ecc.".

Quarto, le date di uscita e la disponibilità: "La data di uscita è globale. Non ci saranno limiti riguardanti il paese in cui vivo. Potrò scaricare praticamente ogni film esistente"

Quinto, i diritti: "Potrò guardare il film con qualsiasi dispositivo e senza distinzioni di formato. I film non saranno legati al provider del servizio, e dovranno essere privi del Digital Right Management in caso di acquisto. Potrò facilmente capire quali sono i miei diritti sia che io acquisti i film, li noleggi o li guardi in streaming con l'abbonamento".

Archivio