I 5 consigli di scrittura ispirati a Haruki Murakami

La narrativa di Haruki Murakami funge da ponte fra la cultura occidentale e quella giapponese. Culture per certi versi molto diverse fra loro ma che, come l'autore giapponese dimostra nei suoi romanzi, hanno in realtà tanti punti in comune. Proprio per questo, molti sono i suoi fan anche qui in Europa. 
Quelli che seguono sono i consigli di scrittura basati sui romanzi di Murakami e in modo particolare sulla sua ultima fatica 1Q84, apparsi originariamente su Galleycat, il sito americano sulla publishing industry, e tradotti poi da GraphoMania:

Scrivere con cura e semplicità: "Mentre la scrittura è ingannevolmente semplice, una più stretta lettura ha rivelato che era in realtà calcolato e organizzato con grande cura."

Modificare tutte le parole inutili: "Nessuna parte di esso è stato sovrascritto, ma al tempo stesso non manca nulla di tutto ciò che il romanzo aveva bisogno."

Focus sulle descrizioni letterali: "le espressioni figurative sono state mantenute al minimo, ma le descrizioni erano ancora vivide e riccamente colorate."

Toccare temi oscuri: "Un buio pervadeva lo stile peculiare del romanzo di... era come una favola per bambini favolosi, ma nascosto da qualche parte nel profondo aveva una forte corrente sotterranea."

Scrivi prosa musicale: "Soprattutto, lo stile del romanzo ha avuto un’ottima qualità musicale. Anche senza leggere ad alta voce, il lettore dovrebbe riconoscere la sua sonorità profonda."

Gli altri consigli di scrittura:

Archivio