Lovecraft visitò l'Italia? Un documentario italiano affronta l'incredibile ipotesi

E se H.P. Lovecraft avesse tratto ispirazione per le sue storie da un viaggio in Italia? La domanda sembra assurda, in quanto ufficialmente tutti sanno che l'autore di Providence non lasciò mai l'America.
A mettere in dubbio questa tesi ci sarebbe però un documento ritrovato da Roberto Leggio e Federico Greco. Scoperto in una bancarella d'antiquariato, il vecchio manoscritto datato 1926 rivelerebbe il viaggio intrapreso da Lovecraft che partì dagli States per approdare nel Veneto. Proprio dalla zona del Polesine, che sarebbe stata descritta da Lovecraft come la "Terra dei Grandi Fiumi", l'autore avrebbe tratto l'ispirazione per alcune delle sue storie più celebri come The Shadow over Innsmouth e The Call of Chtulhu.
Ciò che sorprende è che secondo il maggior esperto lovecraftiano in Italia, Sebastiano Fusco, il manoscritto potrebbe essere vero.
La domanda a questo punto va fatta: si tratta sul serio di un documentario autentico oppure è una trovata mediatica?
Come dice lo stesso Federico Greco: "Non importa, in fondo, se il manoscritto sia vero o meno: importa se il documentario è guardabile, se ti fa entrare nel mondo di HPL. Se fa parlare di lui. Dunque vedi che, se sia o meno plausibile – biograficamente parlando – che Lovecraft sia venuto in Italia, è secondario."
Segue l'interessantissimo documentario in questione, presentato al festival del cinema di Venezia nel 2004 e reperibile su YouTube, che nessun appassionato di Lovecraft dovrebbe trascurare. 






Archivio